Il museo

inaugurazione museo Il Museo "La Città delle Stelle" è stato realizzato dal Comune di Frasso Sabino con la collaborazione
dell’Associazione Romana Astrofili ed inaugurato il 1° Maggio 2004.
Nella "Città delle Stelle" vi accompagneremo in un viaggio nello spazio e nell’Universo, dal nostro Sole fino agli oggetti più lontani, visitando il Sistema Solare, mostrandovi il movimento del cielo grazie al planetario, il tutto in un percorso didattico interattivo, con modelli in scala, stupende immagini ed elaborazioni al computer, con proiezioni di filmati interattivi sul Sistema Solare e molti altri oggetti celesti.

Le immagini che vedrete nel museo sono tutte di grandi dimensioni e quindi ben visibili anche per chi ha problemi di vista, con didascalie di grande formato e con testi brevi. Per darvi ulteriori informazioni su quello che è esposto, dei sistemi interattivi vi descriveranno gli oggetti mostrati, con un sottofondo di musica creata apposta per il nostro Museo.

museo Vedrete la Terra in tutti i modi possibili, di giorno e di notte, con e senza nuvole. E poi il Sole nella sua bellezza, le eclissi di Sole e di Luna, Mercurio butterato da un’enorme numero di crateri, ed i vulcani di Venere come appaiono sotto le nubi, una vista impossibile se non grazie al radar. Poi Marte, con i suoi vulcani e la Vallis Marineris, una specie di Gran Canyon lungo 4.000 Km e profondo 7 Km. E gli anelli di Saturno, ed i satelliti maggiori di Giove con le loro strane peculiarità, dai vulcani che eruttano zolfo fuso di Io, unico oggetto del Sistema Solare, oltre alla Terra, ad avere fenomeni vulcanici, fino all’oceano d’acqua gelata di Europa.

In mostra ci saranno gli asteroidi, con il loro potenziale pericolo per l’umanità. Vi faremo vedere tre piccoli frammenti di meteore provenienti dal Meteor Crater in Arizona. Ci sarà anche un modello in grande scala dell’asteroide 34138 Frasso Sabino, scoperto con il telescopio dell’Osservatorio che si trova sopra al Museo, e che vi mostreremo alla fine del vostro percorso.

pianetino Frasso Sabino

Poi la Via Lattea, con gli stupendi ammassi di stelle, e le tante nubi di gas che brillano di luce propria o riflettono quella delle stelle vicine, dalle forme affascinanti. Ed i vicini della Via Lattea, le galassie dello spazio profondo, di una bellezza che continua ad entusiasmarci.

E per finire gli strumenti per l’astronomia, i telescopi, che hanno permesso di studiare le più lontane propaggini dell’immenso Universo, e la Conquista dello Spazio, dai primi passi sulla Luna fino alla Stazione Spaziale Internazionale ISS.

museo museo