Osservare il cielo... dal fondo del mare

Il prossimo 11 maggio, in occasione dell’apertura pubblica dell’Osservatorio, il professor Antonio Capone, del dipartimento di Fisica all’Università La Sapienza di Roma, presenterà una conferenza sullo stato attuale della
conoscenza sulle sorgenti e i meccanismi di produzione dei raggi cosmici. Molto spazio sarà dedicato alla “componente” neutrini che, grazie alla bassissima interazione con la materia, consentono lo studio di un “orizzonte” molto più vasto e accurato rispetto ai fotoni e alle altre particelle.

La conferenza illustrerà inoltre le tecniche di realizzazione degli apparati rivelatori e infine come, in sinergia con l’astronomia ottica tradizionale e con segnali provenienti da onde gravitazionali sarà possibile consolidare la ricerca astronomica